Amore e sesso al tempo degli Etruschi

Maschile e femminile nella civiltà dei Tirreni, dei Greci, dei Romani

Trasgressivi, lascivi, dediti ai piaceri sensuali, libertini, addirittura perversi. L’immagine che una certa storiografia ci ha tramandato degli Etruschi è quella di un popolo particolarmente incline ad una sessualità libera per non dire sfrontata che tanto scandalizzò i Greci. Ad essere completamente diverso rispetto al mondo greco e a quello romano era soprattutto il ruolo della donna. Le donne etrusche godevano infatti di una condizioni privilegiata che le poneva quasi sullo stesso piano degli uomini. Questa forma di apparente modernità, incomprensibile per gli altri popoli italici, fu però il retaggio di una civiltà arcaica e non la premessa di una emancipazione femminile destinata a fare nuovamente capolino in occidente solo dopo oltre 2500 anni dalla scomparsa dei Tirreni. Il ruolo non subordinato della donna etrusca è una delle prove della loro connessione con un passato arcaico, in cui il patriarcato e il dominio maschile non si erano ancora affermati.

Condividi sui social

Altri libri di claudio lattanzi

Il pozzo di san Patrizio e della Cava, due capolavori dell’ingegno umano

Marzo 23, 2022

Orvieto nel Medioevo

Dicembre 16, 2021

Scacco al monsignore

Dicembre 16, 2021

Orvietopoli

Dicembre 16, 2021

La Mafia in Umbria

Dicembre 16, 2021

La Zarina

Dicembre 16, 2021

I Padrini dell’Umbria

Dicembre 16, 2021

Tuscia misteriosa e insolita

Dicembre 16, 2021

Amore e sesso al tempo degli Etruschi

Dicembre 16, 2021

Biografia Claudio Lattanzi

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.